Note Redazionali

Si invitano tutti al massimo rispetto dei tempi previsti per l’invio.

I testi non conformi alle norme editoriali saranno rispediti al mittente per il necessario adeguamento.

Comunicazioni

Ogni abstract sarà sottoposto alla valutazione di revisori, scelti dal Gruppo di Studio di pertinenza. I migliori abstract saranno selezionati in base al punteggio ottenuto e saranno presentati in Sessione Plenaria. La durata della comunicazione sarà comunicata all’accettazione dell’abstract.

E-poster

I Poster selezionati saranno pubblicati nel sito del Congresso SIEOG 2021. Non è prevista la discussione.

Iscrizioni degli espositori

Gli Espositori dovranno essere regolarmente iscritti al Congresso.
L’iscrizione dovrà pervenire entro 5 giorni dalla comunicazione di accettazione del contributo.

Deadlines
Deadline sottomissione abstract: 20 giugno 2021
Notifica di accettazione abstract: 30 giugno 2021

Note redazionali valide per l’invio dell’abstract

Tutti i contributi devono rispettare le seguenti regole:

Lunghezza

Sono previste 2 modalità di presentazione:
COMUNICAZIONI ORALI: Il testo deve avere lunghezza massima di 300 parole. Può essere presente un solo grafico, tabella o immagine.
POSTER: Il testo deve avere lunghezza massima di 300 parole. Può essere presente un solo grafico, tabella o immagine.

Struttura dell’abstract

1. FORMATTAZIONE e PREPARAZIONE del TESTO
II lavoro deve essere inviato in formato word, con interlinea singola, carattere Arial 10.
Il titolo, Autori e relativi Centri di provenienza devono essere digitati in minuscolo con la prima lettera maiuscola e non devono essere dentro il testo abstract
NON digitare nulla in maiuscolo tranne le sigle.
NON inserire piè di pagina.
NON inserire riferimenti incrociati.
NON usare abbreviazioni.
Specificare tutte le sigle alla prima comparsa.

2. TITOLO
Il titolo deve essere conciso ma esplicativo dell’argomento dell’abstract ed esprimere il più possibile il contenuto e gli obiettivi dello studio (max 20 parole).

3. AUTORI
Gli Autori devono avere iniziale Nome/i e Cognome, ma l’Autore per la corrispondenza deve avere il Nome per intero.
Ad ogni Autore va associato il Centro di provenienza: Dipartimento, Unità/Reparto, Ospedale/Istituto, Città, Nazione.
Utilizzare numeri per associare ogni Autore al suo Istituto.

4. DIVISIONE CONTRIBUTO
Il contributo – esclusivamente in italiano – va diviso in:
Introduzione: contiene in forma sintetica le conoscenze attuali o lo stato dell’arte in merito alla tematica presentata. Inoltre dichiara le motivazioni e l’obiettivo principale della ricerca. Descrivono in maniera sintetica, chiara e precisa il motivo per cui è stato portato avanti lo studio, il contesto conoscitivo nel quale si colloca il lavoro (cosa è stato fatto prima) e gli obiettivi coerenti con lo svolgimento e la metodologia utilizzata.
Materiali e metodi: devono essere indicati come e con quali strumenti è stato condotto lo studio. Se si tratta di uno studio di ricerca clinica bisognerà indicare il disegno dello studio, lo strumento per la raccolta dei dati, il tipo di dati raccolti, il numero di soggetti inclusi, i criteri di inclusione/esclusione, il tipo di intervento applicato; in caso di revisione della letteratura, bisognerà descrivere la strategia di ricerca bibliografica, le parole chiave utilizzate, i criteri di selezione degli articoli, etc.;
Risultati: in questa sezione bisogna riportare i risultati conseguiti con il lavoro/studio svolto. I dati vanno presentati in forma chiara, concisa, ponendo l’accento su cosa è rilevante. Poiché i risultati sono la testimonianza che il lavoro è stato svolto e sono la verifica degli obiettivi posti inizialmente devono essere sempre e comunque riportati, anche se negativi e non significativi. Non possono essere accettati risultati che siano dichiarazioni di intenti su quello che si produrrà o si potrebbe produrre o che siano descrizioni dettagliate del lavoro svolto. Se i dati disponibili sono tanti, nell’abstract vanno riportati quelli più significativi.
Conclusioni: gli abstract dovrebbero concludersi con pochi risultati-chiave. Le conclusioni dovrebbero essere chiare, forti e ben supportate dai risultati. Inoltre sarebbe utile specificare il significato dei risultati in funzione delle implicazioni successive e suggerire che tipo di ricerca sviluppare in futuro.

Iconografia, grafici e tabelle

Formato JPEG.

Elenco dei topic da scegliere per la stesura dell’abstract

1. Il valore aggiuntivo dell’emodinamica materna nella gestione della patologia ostetrica
2. L’ecografia nella scelta tra taglio cesareo e parto operativo vaginale
3. Ecografia e Doppler nell’identificazione delle alterazioni della crescita fetale
4. PAS Disorders: screening, diagnosi e management
5. Le nuove tecnologie in ecografia ostetrica e ginecologica: quali ricadute cliniche
6. Screening del parto pretermine tra le evidenze sulla gravidanza singola e le ipotesi sulla gravidanza gemellare
7. Gravidanze gemellari complicate o con gestione clinica complessa
8. L’ecografia ginecologica cambia il management della tua paziente
9. Management ed outcome delle gravidanze con indicazione alla chirurgia fetale
10. L’ecografia del pavimento pelvico: utilità clinica e nuove prospettive
11. Ecografia, biochimica placentare e cDNA nel 1° trimestre